Un cervello che legge fa bene alla democrazia

Students Youth Adult Reading Education Knowledge Concept

di Della Passarelli

Dopo la pubblicazione dei dati Istat sulle percentuali di lettori nel nostro paese su Repubblica del 29 dicembre Paolo Di Paolo riporta la questione della lettura a questione politica. Cosa che ritengo sana e giusta. Concordo con lui e con gli altri – come Christian Raimo, Giulio Blasi che non si tratta di far passare la lettura come piacere, ma bisogna che chi governa inizi a rendersi conto di quanto possa essere rischioso avere un paese non tanto che non sappia godere di un romanzo, ma che non eserciti quella parte di cervello che abbiamo impiegato millenni a sviluppare, che è apprendimento complesso e faticoso per un bambino: il cervello che legge è funzionale e importante per l’esercizio di democrazia.

Continua a leggere “Un cervello che legge fa bene alla democrazia”

Annunci