Il Friuli Venezia Giulia investe sulla lettura

LaBibliotecaDeiLibriViventi3

La Regione Friuli Venezia Giulia ha deciso di investire 1 milione di euro nel triennio 2018-2020 per la promozione della lettura tra i giovani. La Giunta ha approvato la bozza di accordo multisettoriale LeggiAMO 0-18 che ha l’obiettivo di supportare lo sviluppo cognitivo e relazionale dei bambini e adolescenti Continua a leggere “Il Friuli Venezia Giulia investe sulla lettura”

Annunci

Su Robinson: Tre luoghi comuni su libri e lettura: dialogo tra Dario Franceschini e Giuseppe Laterza

robinson 2018

10 maggio 2018 Robinson – La Repubblica

Negli ultimi anni nei discorsi pubblici sui libri e la lettura abbiamo sentito ripetere spesso tre luoghi comuni: i giovani non leggono, l’e-book sostituirà il libro di carta, i lettori in Italia sono una minoranza. Sono convinzioni infondate che possono generare errori di valutazione nelle politiche pubbliche.
I giovani non leggono
Giuseppe Laterza: Secondo un’indagine Nielsen commissionata dal Centro per il libro e la lettura la fascia di età con la percentuale di lettori più alta è quella dai 14 ai 19 anni (60%), a cui segue quella dai 25 ai 34 anni in cui legge libri il 48%. Anche negli acquirenti di libri troviamo che la fascia d’età in cui c’è la percentuale più alta è quella dai 25 ai 34 anni in cui legge il 47%, mentre nella fascia dai 55 anni in su legge libri solo il 30%. E’ interessante notare che questo dato trova riscontro anche nelle classifiche dei libri. Molti dei bestseller degli ultimi anni sono libri rivolti soprattutto ai ragazzi, da Harry Porter a Twilight al recentissimo “Storie della buonanotte per bambine ribelli”. E anche il successo dell’acquisto dei libri nella cosiddetta “App 18” è un segno importante. A proposito di questa esperienza è utile capire cosa può essere migliorato e consolidato nel tempo.
Continua a leggere “Su Robinson: Tre luoghi comuni su libri e lettura: dialogo tra Dario Franceschini e Giuseppe Laterza”

Tre incontri sulla lettura del Forum del libro al Salone di Torino

Manuele-Fior-Salone-Torino-1Nicola Lagioia ha presentato il programma dell’edizione 2018 del Salone del libro di Torino, che si terrà al Lingotto dal 10 al 14 maggio. Molte le novità, tra cui il ritorno dei grandi gruppi editoriali che nell’edizione dello scorso anno si erano tenuti lontano e avevano scelto di essere presenti solo a Milano. Ma il programma è ricchissimo di appuntamenti, presentazioni di libri e presenza di scrittori italiani e stranieri.
E’ in questa cornice che quest’anno il Forum del libro terrà tre incontri realizzati all’interno di un coordinamento delle associazioni professionali e dei maggiori esponenti del mondo del libro che il Salone del libro ha invitato a proporre iniziative e incontri per l’utenza professionale.

Continua a leggere “Tre incontri sulla lettura del Forum del libro al Salone di Torino”

ROMA CHE LEGGE: nasce il primo “Patto locale per la lettura” nella Capitale

logo_citta_che_legge

Il 23 aprile 2018 sarà, ci auguriamo, una data storica per la promozione della lettura a Roma. Nascerà infatti il primo “Patto locale della lettura” nel Municipio Roma VI Le Torri, un modello che potrà essere adottato anche dagli altri Municipi di Roma Capitale.
Contemporaneamente Roma Capitale ha chiesto ufficialmente al Centro per il libro la qualifica di Città che legge 2018-2019. 

Continua a leggere “ROMA CHE LEGGE: nasce il primo “Patto locale per la lettura” nella Capitale”

Un cervello che legge fa bene alla democrazia

Students Youth Adult Reading Education Knowledge Concept

di Della Passarelli

Dopo la pubblicazione dei dati Istat sulle percentuali di lettori nel nostro paese su Repubblica del 29 dicembre Paolo Di Paolo riporta la questione della lettura a questione politica. Cosa che ritengo sana e giusta. Concordo con lui e con gli altri – come Christian Raimo, Giulio Blasi che non si tratta di far passare la lettura come piacere, ma bisogna che chi governa inizi a rendersi conto di quanto possa essere rischioso avere un paese non tanto che non sappia godere di un romanzo, ma che non eserciti quella parte di cervello che abbiamo impiegato millenni a sviluppare, che è apprendimento complesso e faticoso per un bambino: il cervello che legge è funzionale e importante per l’esercizio di democrazia.

Continua a leggere “Un cervello che legge fa bene alla democrazia”

Arriva lo sconto fiscale per tutelare le librerie

libri4

La Commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento del Pd che prevede per la vendita di libri al dettaglio un credito di imposta su Imu, Tasi, Tari e sull’eventuale affitto. Lo sconto è più sostanzioso, fino a 20.000 euro, per le librerie indipendenti, “che non risultano ricomprese in gruppi editoriali dagli stessi direttamente gestite”, e arriva invece a 10.000 euro per gli altri esercenti. Il limite di spesa è fissato a 4 milioni nel 2018 e a 5 milioni annui a decorrere dal 2019

Continua a leggere “Arriva lo sconto fiscale per tutelare le librerie”