PRALIBRO. Incontri, spettacoli e concerti, mostre e tanti libri

pralibro2018

Da sabato 21 luglio a domenica 26 agosto 2018 presso la Chiesa valdese di Ghigo di Prali (TO). E’ in arrivo la sedicesima edizione di Pralibro, la rassegna libraria piemontese che offre presentazioni, musica, cinema, teatro, mostre e aperitivi letterari per tutta l’estate. L’iniziativa è promossa e organizzata dalla Chiesa valdese, dalla libreria Claudiana di Torino, dalla libreria Il Ponte sulla Dora e dal Comune di Prali.

Continua a leggere “PRALIBRO. Incontri, spettacoli e concerti, mostre e tanti libri”

Annunci

A Roma il primo Patto per la lettura in un grande Municipio della periferia metropolitana

tor-bella-monacaPrende avvio, dopo la sottoscrizione del Patto Locale Per la Lettura da parte del Municipio Roma VI – Delle Torri con l’Istituzione Biblioteche di Roma, il Forum del Libro e il Centro per il Libro e la Lettura, la fase che si rivolge a tutti gli Enti e le associazioni culturali, alle librerie, al mondo della scuola e, più in generale, a tutti i soggetti che condividono l’idea che leggere sia un valore su cui investire.

E’ stato pubblicato, infatti, sul sito del Municipio Roma VI l’Avviso pubblico per la manifestazione di interesse a sottoscrivere il Patto Locale per la Lettura del Municipio Roma VI delle Torri (https://www.comune.roma.it/web/it/bando-concorso.page?contentId=BEC157788).

L’iniziativa si prefigge lo scopo primario di creare una rete di collaborazione permanente tra tutte le realtà culturali operanti nel territorio del Municipio per rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa.

Attraverso il “Patto”, si intende creare una rete territoriale per la lettura, impegnandosi ad attuare azioni congiunte, condivise e attivamente partecipate attraverso cui:

  • sostenere e promuovere azioni tese a favorire la pratica della lettura in famiglia, tra i giovani e tra le fasce più deboli della popolazione;

  • costruire e promuovere nuovi servizi culturali finalizzati all’integrazione sociale, al contrasto delle disuguaglianze e al libero accesso delle conoscenze;

  • sostenere e diffondere i progetti promossi dai vari attori territoriali al fine di renderli maggiormente efficaci.

A Vicenza lettura e creatività digitale nella “Biblioteca Vivente”

livingBOOK

A conclusione di “Maggio mese dei libri”, la scuola secondaria di primo grado “Francesco Muttoni” dell’Istituto Comprensivo 6 di Vicenza, scuola pilota vicentina del progetto europeo The Living Book – Augmenting Reading for Life (http://thelivingbook.eu/it/), cofinanziato dal programma Erasmus + dell’Unione Europea e coordinato dal Comune di Vicenza, si è addobbata a festa per celebrare la lettura nella giornata “A scuola senza zaino”.

Continua a leggere “A Vicenza lettura e creatività digitale nella “Biblioteca Vivente””

Su Robinson: Tre luoghi comuni su libri e lettura: dialogo tra Dario Franceschini e Giuseppe Laterza

robinson 2018

10 maggio 2018 Robinson – La Repubblica

Negli ultimi anni nei discorsi pubblici sui libri e la lettura abbiamo sentito ripetere spesso tre luoghi comuni: i giovani non leggono, l’e-book sostituirà il libro di carta, i lettori in Italia sono una minoranza. Sono convinzioni infondate che possono generare errori di valutazione nelle politiche pubbliche.
I giovani non leggono
Giuseppe Laterza: Secondo un’indagine Nielsen commissionata dal Centro per il libro e la lettura la fascia di età con la percentuale di lettori più alta è quella dai 14 ai 19 anni (60%), a cui segue quella dai 25 ai 34 anni in cui legge libri il 48%. Anche negli acquirenti di libri troviamo che la fascia d’età in cui c’è la percentuale più alta è quella dai 25 ai 34 anni in cui legge il 47%, mentre nella fascia dai 55 anni in su legge libri solo il 30%. E’ interessante notare che questo dato trova riscontro anche nelle classifiche dei libri. Molti dei bestseller degli ultimi anni sono libri rivolti soprattutto ai ragazzi, da Harry Porter a Twilight al recentissimo “Storie della buonanotte per bambine ribelli”. E anche il successo dell’acquisto dei libri nella cosiddetta “App 18” è un segno importante. A proposito di questa esperienza è utile capire cosa può essere migliorato e consolidato nel tempo.
Continua a leggere “Su Robinson: Tre luoghi comuni su libri e lettura: dialogo tra Dario Franceschini e Giuseppe Laterza”

Tre incontri sulla lettura del Forum del libro al Salone di Torino

Manuele-Fior-Salone-Torino-1Nicola Lagioia ha presentato il programma dell’edizione 2018 del Salone del libro di Torino, che si terrà al Lingotto dal 10 al 14 maggio. Molte le novità, tra cui il ritorno dei grandi gruppi editoriali che nell’edizione dello scorso anno si erano tenuti lontano e avevano scelto di essere presenti solo a Milano. Ma il programma è ricchissimo di appuntamenti, presentazioni di libri e presenza di scrittori italiani e stranieri.
E’ in questa cornice che quest’anno il Forum del libro terrà tre incontri realizzati all’interno di un coordinamento delle associazioni professionali e dei maggiori esponenti del mondo del libro che il Salone del libro ha invitato a proporre iniziative e incontri per l’utenza professionale.

Continua a leggere “Tre incontri sulla lettura del Forum del libro al Salone di Torino”

ROMA CHE LEGGE: nasce il primo “Patto locale per la lettura” nella Capitale

logo_citta_che_legge

Il 23 aprile 2018 sarà, ci auguriamo, una data storica per la promozione della lettura a Roma. Nascerà infatti il primo “Patto locale della lettura” nel Municipio Roma VI Le Torri, un modello che potrà essere adottato anche dagli altri Municipi di Roma Capitale.
Contemporaneamente Roma Capitale ha chiesto ufficialmente al Centro per il libro la qualifica di Città che legge 2018-2019. 

Continua a leggere “ROMA CHE LEGGE: nasce il primo “Patto locale per la lettura” nella Capitale”

Un cervello che legge fa bene alla democrazia

Students Youth Adult Reading Education Knowledge Concept

di Della Passarelli

Dopo la pubblicazione dei dati Istat sulle percentuali di lettori nel nostro paese su Repubblica del 29 dicembre Paolo Di Paolo riporta la questione della lettura a questione politica. Cosa che ritengo sana e giusta. Concordo con lui e con gli altri – come Christian Raimo, Giulio Blasi che non si tratta di far passare la lettura come piacere, ma bisogna che chi governa inizi a rendersi conto di quanto possa essere rischioso avere un paese non tanto che non sappia godere di un romanzo, ma che non eserciti quella parte di cervello che abbiamo impiegato millenni a sviluppare, che è apprendimento complesso e faticoso per un bambino: il cervello che legge è funzionale e importante per l’esercizio di democrazia.

Continua a leggere “Un cervello che legge fa bene alla democrazia”